Senza ritegno….

Della serie come iniziare male la settimana. Questa mattina al risveglio, come sempre, caffè, latte e biscotti e uno sguardo alle notizie sui maggiori quotidiani online. Mi salta subito all’occhio un articolo, riportato da alcuni di loro, a riguardo di una dichiarazione fatta da una “starlettina”, scusate il diminutivo, ma non riesco a definirla con altro termine per non diventare volgare,  salita agli onori della cronaca rosa, tempo fa, per una sua presunta relazione con un noto industriale italiano e avendo anche partecipato al reality “L’isola dei noiosi….scusate L’isola dei famosi” ha rilasciato nel corso di un programma televisivo, alquanto trash a mio parere, della domenica pomeriggio. “Per vivere ho bisogno di un milione di euro al mese”, questo quanto affermato dalla bionda fatalona. Mi sorge il sospetto che forse si sia sbagliata, ha confuso i milioni con le migliaia di euro, ma no, è tutto vero, il suo stile di vita fatto di serate in discoteca, palestra e trattamenti di bellezza continui, nonchè la sua necessità sfrenata di shopping la portano ad avere, per sopravvivere, necessità del milione. Ebbene, la cosa che mi ha stupito è il fatto che i commenti sulla dichiarazione fatta davanti a milioni di spettatori, a partire dalla presentatrice del programma, siano stati del tutto blandi, una risatina, e nessuna voce tonante che si sia alzata a biasimare quanto dichiarato. In un paese come il nostro, dove la soglia della povertà si sta alzando coinvolgendo tantissime famiglie, dove il reddito di cittadinanza di 700 euro al mese circa, giusto o sbagliato che sia, rappresenta la boccata di ossigeno per chi vuole almeno continuare a vivere cercando di non perdere la dignità, ci si trova davanti una, come definirla, instabile mentale, che, poverina, per vivere ha necessità di una cifra a sette zeri mensile. Quale messaggio ne può arrivare, ai giovani, ai meno giovani, a noi tutti, da una cosa del genere? Ma la televisione, o meglio quel tipo di televisione, serve veramente? Guardo la mia povera tazza di latte, i semplici biscotti del supermercato comprati in offerta e mi domando, vale la pena tornare a lottare , a lavorare per non arrivare poi a fine mese? Se mi guardo allo specchio la risposta immediata è si, almeno conservo tutta la mia dignità cosa che invece la signorina in questione forse non ha.

Annunci

Il Popolo è sovrano…..

“Manco pe’ niente” e scusate l’espressione tipicamente forzata. Prendo ulteriore spunto da quanto successo non molte ore fa, parlo della finale del Festival della canzone Italiana di Sanremo. E’ stato decretato il vincitore, non entro nei meriti canori, non stilo classifiche, l’episodio mi serve solo per far capire quanto, noi, il popolo, anche se televisivo non contiamo una mazza. Le votazioni per la classifica finale sono state determinate dai voti del pubblico a casa, con il televoto (dietro obolo per la cara compagnia telefonica sponsor del Festival) validi per il 50%, dai giornalisti, il 30%, presenti in sala pagati e non paganti, ospiti di mamma Rai coccolati e viziati e dal 20 % di una giuria composta non tanto da esperti e critici musicali ma da personaggi del mondo dello spettacolo di cui però non voglio discutere delle singole capacità di giudizio in un ambito tanto particolare (tutti alla fine cantiamo sotto la doccia). Ebbene, il pubblico, il popolo televisivo ha votato per quasi il 50% un brano, ritenuto da tutti, già nel corso delle prime serate, come meritevole della vittoria finale, ma udite, udite, non serve a niente questo giudizio di piazza generale, i sommi scribacchini della carta stampata e la giuria di Vip hanno stravolto il tutto, finale, quello deciso da un moltitudine di persone, il popolo, non conta niente, come sempre, come al solito. E questo vale anche in altri ambiti, in politica, quante volte siamo andati a votare, esprimendo una volontà per poi trovarci giudati da una maggioranza composta da partitelli che con una esigua percentuale riescono a fare il bello e cattivo tempo. Insomma, il festival di Sanremo, come nella vita sociale il “popolo”, conta sempre come il “due di briscola”, una mazza.

Il costo del …perdono

La vicenda entra a pieno diritto nel mondo del gossip. Fabrizio Corona, definito re dei paparazzi, passato tra vicende giudiziarie, carcere e tanto altro, dal passato amoroso turbolento, sembrava in questa fase della sua vita aver trovato finalmente l’amore, tra le sue braccia la bella e giovane Silvia Provvedi, che ha avuto anche la costanza di aspettarlo una volta uscito dal carcere. Amore dichiarato a grandi titoli su tutti i media, comparsate in tv e agli eventi mondani, baci, abbracci e promessa di matrimonio, insomma tutto sembrava andare a gonfie vele fino al giorno in cui il Corona si è stancato del giocattolo, scaricando la bella Silvia. E’ andato anche oltre, nel corso di una delle tante interviste ha dichiarato di non aver mai amato la biondina gemella de Le Donatella, che alla fine si sentiva anche ridicolo a passeggiare con lei e che quindi i suoi amori veri erano altri. Tutto poco elegante, tutto decisamente trash, ma si sa Fabrizio Corona è questo. Ora il colpo di scena, si è pentito di quanto ha detto, si è reso conto di aver ferito la povera Silvia e chiede disperatamente scusa, vuole far arrivare questo suo pentimento anche alla ex che però essendo chiusa nella casa del Grande Fratello Vip non può sentirlo tantomeno entrare in contatto con lui. Il reality, che del reality nel senso realtà ha ben poco, ha le sue regole rigide, quindi la Provvedi è completamente all’oscuro degli ultimi accadimenti che riguardano il suo ex. Allora cosa fare? Gli autori hanno pensato di far entrare, per una ventina di minuti al più, nella casa, il pentito Corona, per permettergli di esternare tutto il suo pentimento. Il tormentato Fabrizio ha accettato, però, e si c’è un però, solo con un compenso che sfiora i 40.000 euro. Avete capito bene 40.000 soldoni per scusarsi pubblicamente. Che animo sensibile, è veramente distrutto dal dolore. Tutta questa vicenda mi ha fatto meditare, allora ho deciso che anche io sono un pentito, di cose da farmi perdonare ne ho tante, c’è un qualche format televisivo che è disposto ad ospitarmi? Mi straccerò le vesti in pubblico, per il compenso no problem, l’accordo si trova, non sono così esoso come il bel Corona. Ma qualcuno sa dirmi quanto veramente costa un pezzo di perdono? E poi si vende a chili o a etti?

 

 

L’Opulenza

Non sono un patito dei social ma vivo il mio tempo e mi adeguo, li seguo come seguo i media e le tante notizie che riportano. Ieri mi è saltato agli occhi il clamore del compleanno esagerato del rapper Fedez. Al cantante è stata organizzata, dalla moglie, Chiara Ferragni, nota influencer da milioni di followers, una festa davvero singolare. I numerosi amici sono stati invitati per festeggiare il compleanno niente popodimeno che in un supermercato milanese. La formula? Prendete tutto ciò che volete e divertitevi. Originale e sarebbe stata anche simpatica se organizzate a casa della coppia di “paperoni”, ma particolarmente irritante se, come è stato, il luogo scelto è un supermercato. Inutile dire che la stupidità dei numerosi partecipanti amici ha reso possibile vedere in diretta immagini dell’assurdo spreco fatto di alimenti, non perché consumati a beneficio del palato, ma per giochi deficienti che forse nemmeno un bambino farebbe. In breve, lancio di ortaggi, pacchi di cibo usati e distrutti per puro demenziale divertimento, bottiglie rotte e tanto altro da far venire il voltastomaco. Tutto documentato, tutto ripreso ad arte dai malati del social e messo tranquillamente in rete che non hanno minimamente pensato di mostrare, non una festa, ma una giostra degli orrori. A tutto questo si è aggiunto il sorriso demenziale del festeggiato e della moglie che, forti del loro essere arrivati e quindi quasi intoccabili, hanno a più riprese seguito i distruttori approvando i loro barbari giochi. Ora essere ricchi, a mio avviso, non significa ostentare tanta opulenza, nel nostro paese, in questo momento ci sono ben 5 milioni di poveri, gente che stenta ad arrivare a fine mese e che sicuramente immagini come quelle della festa trash non fanno piacere. Ma udite, udite, il tatuatissimo Fedez, accortosi delle numerose critiche e lamentele corse in rete ha voluto precisare che lo spreco è stato minimo, basta vedere le immagini per una immediata smentita e che il cibo della festa verrà donato ai più bisognosi. Quindi avanti gente, andiamo a raccogliere quanto lasciato dai buongustai, tutto quello che trovate per terra è vostro, non tiratevi indietro. Io vorrei chiedere al magnanimo festeggiato e a sua moglie Chiara, ma voi lo dareste in pasto al vostro griffatissimo figlio Leone tutto quel ben di Dio avanzato dai vostri giochi? Non prendeteci in giro, nella nostra fame almeno noi possiamo saziarci con la dignità, voi invece?

 

 

La notizia che aspettavamo

Finalmente è arrivata, la notizia che tutti noi, tutti gli italiani aspettavano è finalmente arrivata. A comunicarlo, in diretta nazionale, dal suo programma è stata Barbara D’Urso, udite, udite, dal 1 ottobre potremo seguire in diretta 24 ore su 24 la vita spericolata di tale Fabrizio Corona. Non malignate, non dalla cella di un carcere, ma dal suo quotidiano in giro per il bel paese. E si, sembra proprio che Fabrizio Corona voglia regalarci non solo pillole, come già sta facendo con il suo social, ma la possibilità di gustarcelo in tutto e per tutto per l’intera giornata. Sarà lui, con il reality appositamente creato,Corona breaking news, a farci entrare nella sua vita. Allora diciamocelo, cosa ce ne importa della pensione, della disoccupazione, degli emigrati e di tutti i fottuti problemi che ci assillano, abbiamo finalmente la ciliegina sulla torta, Fabrizio Corona.

Maledetta censura

Indignazione, indignazione, in questa calda domenica d’agosto a scuotere la tranquillità dei vacanzieri non sono i tuoni o i lampi dei temporali estivi ma le forti esternazioni del grande, unico, attore nostrano Claudio Santamaria. Non si discutono le sue doti artistiche, non sono criticabili quindi le sue qualità professionali, grande personaggio, quindi, popolo, uniamoci al suo grido di dolore per la maledetta censura social che ha pensato bene di cancellare un suo post. Precisamente una foto, stile vedo non vedo, di lui, con la sua dolce moglie Francesca Barra, sotto la doccia. Effetto flou classico, due corpi nudi avvolti da una nebbiolina che lasciano intravedere un contatto fisico. La spinta al sito social a cancellare il post è venuta direttamente dai numerosi fan e non della coppia, molti si sono lamentati dello scatto, e quindi le numerose lamentele hanno spinto alla cancellazione. Ora io mi chiedo, capisco che forse ai più non può importare nulla del mio pensiero, ma me lo chiedo lo stesso, avevamo veramente bisogno di vedere i due avvinghiati nudi sotto la doccia?

 

Francesca Cipriani l’appello….

Mobilitiamoci, tutti in pista per una buona causa……..La Voce si fa portavoce per un nobile appello, Francesca Cipriani è alla ricerca di un fidanzato. Si avete capito bene, la showgirl, ex naufraga, ex….. di non so cosa altro, nel corso di una intervista ad un settimanale ha dichiarato che ora, dopo l’ennesimo ritocchino chirurgico, una ottava di seno e glutei stile brasileira, alla veneranda età di 33 anni è alla ricerca di un fidanzato. Mi rendo conto che per una come lei, inserita nello showbiz, sempre al centro del gossip, sia difficile socializzare, come la gente comune, e magari incontrare l’anima gemella. Meglio, a detta sua, andare a “Uomini e Donne”, il programma televisivo che forgia le coppie, dove può essere più semplice e meno faticoso trovare un corteggiatore (lo fanno per professione e per visibilità). Cercare il contatto umano, la conoscenza diretta, approfondire l’esistenza di possibili sinergie di coppia per arrivare magari a provare quel sentimento chiamato “amore”, parola di peso, mi rendo conto, è troppo complicato, hai ragione Francesca, meglio davanti alle telecamere, dove tutto diventa recitato, la spontaneità appartiene alla plebe.